Blog

COMUNICAZIONE DI EMERGENZA O DI CRISI?

Con la decisione del Consiglio dei ministri di ieri lo stato di emergenza viene ulteriormente esteso a 26 mesi, una situazione senza precedenti nella storia dell’Italia. A cosa serve, come ci siamo arrivati e perché è urgente riflettere su una legislazione per la gestione di crisi? Quali sono le differenze tra ‘emergenza’ e ‘crisi’ e come possiamo fare perché il nostro Paese sia preparato ad affrontare le crisi sistemiche del XXI secolo?

Sono questi alcuni dei temi che verranno dibattuti giovedì 16 dicembre in occasione del seminario “Il ruolo della comunicazione nell’emergenza e nella crisi”. Il seminario è stato organizzato dal Prof. Alessandro Lovari per gli studenti dei corsi di Comunicazione Pubblica dell’Università degli Studi di Cagliari in partnership con la Prof.ssa Francesca Comunello de l’Università La Sapienza di Roma. Per la centralità e la trasversalità della tematica l’evento è stato aperto a tutti e sarà possibile seguirlo tramite la piattaforma online Teams collegandosi alle ore 15.00 (tramite link – https://rebrand.ly/a4xrq43 – o QR code).

Modera l’evento il Prof. Alessandro Lovari dell’Università degli Studi di Cagliari, che dialogherà con  la Prof.ssa Francesca Comunello, esperta in comunicazione di emergenza e docente a La Sapienza di Roma; Giovanni Prattichizzo, social media manager di ISTAT, e i co-autori del libro “Lo Stato in Crisi. Pandemia, caos e domande per il futuro”, Ferruccio di Paolo, esperto civile della NATO in comunicazione di crisi, la Prof.ssa Veronica Neri, docente di Etica della comunicazione pubblica all’Università di Pisa e Patrick Trancu, crisis manager advisor (TT&A Advisors) e curatore del libro.

“Nel corso degli ultimi 20 mesi a cittadini – e studenti – sono stati richiesti sacrifici e adattamenti, senza tuttavia che le istituzioni abbiano comunicato chiaramente e con la necessaria efficacia. Troppo spesso, infatti, la comunicazione politica ha preso in ostaggio la comunicazione istituzionale di crisi in un’ottica di consenso politico anziché nell’interesse della comunità. È urgente prenderne coscienza e formare i futuri comunicatori su un approccio etico alla comunicazione istituzionale, sia essa tradizionale o di crisi” ha dichiarato Patrick Trancu, curatore del libro “Lo Stato in Crisi. Pandemia, caos e domande per il futuro”.

Il seminario si svolge in collaborazione con il progetto CONCRETE dell’Università degli Studi di Cagliari.

 

 

 

 

 

Condividi

No Comments

Leave a Reply

Cosa non abbiamo capito della pandemia (recensione del libro per Il Dirigente)Lo Stato in Crisi compie 1 anno – il video di Patrick Trancu