Italia – Decima e undicesima riunione del Cts

Italia – Decima e undicesima riunione del Cts

Riunione del Cts presso il Dipartimento della protezione civile. 
 
Il Cts concorda con indicazioni della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari e della Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione per le questioni veterinarie. Si inizia a delineare la definizione di “persona guarita” e quali operatori sono da escludere dalla misura di quarantena.
 

Nello stesso giorno si ha una seconda riunione del Cts alla presenza dell’Onorevole ministro Roberto Speranza. All’ordine del giorno:
– La definizione di caso è aggiornata e non riguarda più solo la Cina
– Valutazione dei casi in cui effettuare il tampone: in accordo con il ministero della Salute e la circolare del 22 febbraio, i tamponi vanno eseguiti ai soli sintomatici.
– Necessità di costituire rapidamente una banca dati con ordinanza presso l’Istituto superiore di sanità
– Svolgimento attività sportive / stadi: bisognerà valutare in base agli sviluppi
– Ausilio respiratorio: Al fine di integrare il Piano nazionale sanitario in risposta a un’eventuale emergenza pandemica da Covid-19 con elementi relativi alla tipologia e numerosità di pazienti da avviare alle diverse forme di assistenza respiratoria viene convocata una riunione allargata per il giorno successivo.
– Visione documento gruppo anestesisti rianimatori guidati dal presidente del CSS Prof. Franco Locatelli. Secondo tale rapporto è stimato che circa il 15%-20% dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2 svilupperà un’insufficienza respiratoria con un grado di severità che va dal lieve al grave. Di questi, i dati attualmente disponibili indicano che 1/3 svilupperà una condizione patologica critica e tale da richiedere il trattamento in un’area intensiva. A fronte di una mortalità stimata nell’ordine del 2,5% dei casi, quella dei pazienti critici approccia il 50% dei casi.

Condividi
Italia – Inizia il bollettino delle h 18.00Italia – Task force scuola